DESIREE AMENTA NUOVO REFERENTE DEL PRESIDIO “SALVATORE RAITI” DI LIBERA DI CANICATTINI BAGNI


Comunicato Stampa del Presidio “Salvatore Raiti” di Libera, Canicattini Bagni

desiree_amentaÈ Desiree Amenta, 25 anni, la nuova Referente del Presidio “Salvatore Raiti” di Canicattini Bagni dell’Associazione LIBERA, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

La sua nomina, su proposta unanime delle Associazioni e degli iscritti al Presidio, è avvenuta nel pomeriggio di ieri (sabato), nel corso di un’incontro alla quale hanno preso parte anche i componenti il Coordinamento provinciale di LIBERA, tra questi la Referente provinciale, Renata Giunta, l’ex Referente storica dell’Associazione nel siracusano, Giusy Aprile, la coordinatrice dell’attività formativa sui Beni confiscati alla mafia e dei Campi estivi, Gabriella Gulizia, e Giovanna Raiti, la sorella di Salvatore, il giovane carabiniere siracusano ucciso dalla mafia nell’agguato della circonvallazione di Palermo il 16 giugno del 1982, a cui è intitolato il Presidio di Canicattini Bagni.

Desiree Amenta, una laurea ed un lungo impegno sociale iniziato e proseguito in parrocchia nell’ACR, e poi sin dal suo nascere, due anni addietro, anche nel Presidio cittadino di LIBERA, e con i volontari NPL della Biblioteca Comunale (il progetto Nati Per Leggere che coinvolge i bambini della città), prende il posto di Dino Tinè,  fautore della nascita del Presidio e suo primo Referente, oltre che rappresentante di LIBERA Siracusa nell’Officina regionale di LIBERA Sicilia, che lascia per motivi di trasferimento fuori sede.

A Dino Tinè, il ringraziamento, la stima e l’affetto di tutto il Presidio e del Coordinamento provinciale, per il lavoro e l’impegno nel mettere insieme una delle realtà più vive di LIBERA in provincia di Siracusa e nella zona montana, che vede insieme esperienze associative e sociali diverse, impegnate nell’educazione, sensibilizzazione e realizzazione di percorsi di legalità, che hanno saputo costruire un ottimo rapporto di collaborazione con l’Amministrazione comunale, le Forze dell’Ordine, le Parrocchie, le due scuole cittadine, il Comprensivo “G. Verga” e il Liceo Scientifico, i gruppi giovanili e le Associazioni locali.

Un lavoro sinergico, quello costruito in questi due anni dal Presidio “Salvatore Raiti”,  che ha portato lo scorso anno a Canicattini Bagni la XVIII Giornata provinciale della Memoria e dell’Impegno; ed inoltre, alla presentazione  e alla condivisione, da parte dell’Amministrazione e del Consiglio comunale, dell’Anagrafe Pubblica degli Eletti, al fine di rendere accessibile i cittadini alle informazioni concer­nenti l’organizzazione, l’azione amministrativa e la gestione del “bene pubblico”; alla sottoscrizione da parte del Sindaco di Canicattini Bagni del “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo”, redatto e promosso dalla Scuola delle Buone Pratiche di Terre di Mezzo e Lega delle Autonomie Locali, per il quale nei mesi scorsi sono state raccolte le firme per la modifica della legge; al Corso di formazione “Coltiviamo valori – l’Olio e l’Olivo nel cuore degli Iblei”, promosso dal Coordinamento provinciale di Libera e dalla Cooperativa Beppe Montana di Libera Terra, in collaborazione con il Gal  Val D’Anapo di Canicattini Bagni;e infine, nei giorni scorsi, all’adesione, sempre da parte del Comune di Canicattini Bagni, al progetto “Scacco matto alla mafia”, che interesserà i bambini delle scuole elementari e medie.

E proprio su quest’ultimo progetto è attualmente impegnato il Presidio “Salvatore Raiti”, in collaborazione con l’Ufficio Cultura del Comune che ha acquistato  due dei kit  didattici proposti da LIBERA, contenenti 5 copie del testo “Scacco matto alla Mafia, un copione de “La partita della legalità” che guida alla drammatizzazione, un cartellone-scacchiera in cartoncino, un cartellone con i pezzi degli scacchi ispirati ai protagonisti dell’opera, che verranno utilizzati,  unitamente ai lettori volontari della Biblioteca Comunale  “G. Agnello”, ai docenti delle classi interessate del 1° Istituto Comprensivo “G. Verga” della città, per la realizzazione il prossimo 23 maggio, di una manifestazione teatrale in ricordo della strage mafiosa di Capaci.

Nei prossimi giorni, sarà invece il Presidio “Salvatore Raiti a donare alla Biblioteca Comunale di Canicattini Bagni, così come già fatto con il Liceo Scientifico ed alcune Associazioni locali,  uno dei computer che Unicredit nazionale, nell’ambito del piano di dismissioni e del rinnovamento dei suoi sistemi hardware, ha gratuitamente messo a disposizione di LIBERA e delle sue strutture dell’associative.

Annunci

Lascia un commento firmandoti con nome e cognome. I commenti sotto pseudonimo non saranno approvati

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...