I locali e la musica dal vivo


Quello della musica dal vivo nei locali non è un argomento che riguarda solo Canicattini ma, per esperienza personale, noto che un po’ ovunque in Italia la situazione sia uniforme.
Da musicante (il titolo di musicista lo lascio a chi ne è degno, chi ha alle spalle anni ed anni di seri studi musicali) mi capita di trovare sempre meno gestori di locali interessati ad organizzare serate di musica live, cosa riscontrata diffusamente da colleghi ben più capaci e preparati del sottoscritto.
Osservo che quegli stessi locali che erano ripartiti con la logica della musica dal vivo, siano (quantomeno parzialmente) ritornati sui propri passi ed abbiamo diminuito drasticamente il numero di eventi live, spesso sostituiti da dj session generaliste, dove non esiste un tema musicale dominante ma vengono somministrati dei successi “random”.
Nella normale contrapposizione delle parti, la prima reazione di chi suona uno strumento è di biasimo nei confronti dei gestori dei locali, restii ad investire somme di danaro per pagare la professionalità dei musicisti ingaggiati e, al massimo, “disponibili a concedere il proprio locale” a coloro che, pur di esibirsi, suonano a titolo gratuito.
Non posso, però, fare a meno di notare che spesso, quando una band si esibisce da qualche parte, una nutrita fetta del pubblico presente non sia altro che la “claque” di cui la band dispone, amici e familiari al seguito di chi suona.
Da parte del pubblico, solitamente, vi è un certo disinteresse nei confronti di chi la musica la suona in prima persona, men che meno nei confronti di artisti giovani, con repertorio proprio, che non propongono musiche famose al grande pubblico. Pur in tempi di crisi, la gente è ancora disponibile a spendere 50-60€ per andare a vedere gente consacrata (che si chiamino U2, Springsteen o Pausini poco importa), mentre si dimostra poco interessata a consumare una birra prestando attenzione ad un gruppetto di sconosciuti che magari quegli stage li sogna ogni giorno, negando loro così quelle opportunità che ai tempi furono concesse alle grandi star del panorama musicale odierno.
Di conseguenza, visto il disinteresse del pubblico, non c’è da stupirsi che i gestori dei vari locali, oltretutto in tempi di vacche magre, piuttosto che pagare 5 persone e rischiare di non rientrarci con le spese, preferiscano pagare un dj soltanto, chiedendogli magari di soffocare la propria creatività per limitarsi a compilare delle playlist di successi disconnessi fra loro, ma che pescano su un range di pubblico più vasto, assicurando così al locale l’incasso della serata, consentendogli di sopravvivere.
La cultura musicale, in Italia, è un valore in grossa crisi, soppiantato da una logica consumistica che fa del prodotto artistico un bene come un altro, preferibilmente usa e getta. Parte di colpa va sicuramente all’industria discografica, che ha foraggiato (a partire dagli anni ’80) questo tipo di logica. Ma una grossa responsabilità spetta al pubblico, che ha perso lo spirito critico ed ha accettato (più o meno consapevolmente) l’idea che la musica sia un prodotto come un altro, da utilizzare per una stagione e da buttare nel dimenticatoio immediatamente dopo.
Andrea Uccello

Annunci

Un pensiero su “I locali e la musica dal vivo

  1. Buon articolo, posso dirvi che la Sala Giochi San Giovanni ci sta provando, ha già organizzato delle serate e la prossima sarà il prossimo giovedì con tributo con i MAY CLOUD e altri ospiti, vi aspettiamo, fateci sentire la vostra passione per la musica dal vivo!!!

Lascia un commento firmandoti con nome e cognome. I commenti sotto pseudonimo non saranno approvati

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...