Sviluppo, Pravda e Futuro: la mistificazione della realtà


Aggiornamento: alle 18:22 del 10 luglio è arrivata una rettifica per mail dell’Addetto Stampa del Comune con il seguente testo:

PER UNO SPIACEVOLE ERRORE NELL’ESITO DELLA VOTAZIONE SI E’ ATTRIBUITA UNA VOTAZIONE IN MODO DIFFORME DA COME SI E’ SVOLTA, ME NE SCUSO E SI INVIA IL COMUNICATO CORRETTO, PREGANDO TUTTI DI PRENDERE ATTO DI QUELLO CHE E’ E RESTA SOLO UN ERRORE,

GRAZIE COME SEMPRE
Per dovere di informazione, allego il nuovo comunicato stampa.

Riprendendo il discorso sulla mancata autorizzazione alle riprese video del Consiglio Comunale di ieri sera, riporto uno stralcio del comunicato stampa appena emesso dal portavoce comunale Gaetano Guzzardo in merito all’accaduto:

Il presidente Zocco ha poi letto la richiesta di un cittadino, Andrea Uccello, di video riprendere le sedute del Consiglio per inserirle nel blog “Canicattivi”, chiedendo al Consiglio, in assenza di un regolamento apposito, di pronunziarsi.

Su questo tema delle riprese si è così prolungata la discussione. Per il capogruppo di “Trasparenza e Cambiamento” le riprese possono essere autorizzate se prima viene dichiarato l’uso che se ne fa e dove vengono messe in onda, per evitare strumentalizzazioni, garantendo la non ripresa quando qualcuno dei consiglieri esprime la volontà di non essere ripreso durante gli interventi.

A Savarino ha risposto il capogruppo di “Sviluppo e Futuro” Gaetano Amenta, affermando che la libertà di comunicazione, soprattutto di una seduta pubblica, anche se relativa alla messa in onda sui blog, non può avere limitazioni, perchè ciò significherebbe rendere un servizio “parziale” ai cittadini. Anzi, ha proposto Amenta, la terza Commissione “Servizi” si faccia carico di approntare un regolamento prevedendo la messa in onda anche sul sito internet del Comune delle riprese integrali delle sedute consiliari.

Su questo tema è intervenuto anche il consigliere Gazzara dichiarando di aver già preparato, per quanto gli riguarda, un regolamento ed una richiesta sulla possibilità di riprendere le sedute, che però non ha fatto in tempo a presentare, ma di essere disposto a confrontarsi in Commissione.

Prima del voto richiesto dal presidente Zocco sull’autorizzazione avanzata da Uccello di riprendere le sedute, sono stati necessari dieci minuti di sospensione dei lavori, al rientro in aula il capogruppo Savarino ha dichiarato l’intenzione di voto del suo gruppo legata al fatto però che se un consigliere chiede di non essere ripreso durante gli interventi si dovrà spegnere la telecamera.

Totale libertà invece per “Sviluppo e Futuro”, per cui l’autorizzazione passava solo con il voto favorevole della maggioranza.

Ora i fatti sono due: o io sono un bugiardo e mi sono inventato di sana pianta la questione della mancata autorizzazione alle riprese, oppure siamo in presenza di un grave caso di mistificazione della realtà ad uso e consumo di quella maggioranza che dovrebbe amministrare in nome e per conto di TUTTI i cittadini canicattinesi.

Se hanno una spiegazione plausibile per questo episodio increscioso è meglio che la tirino fuori, perchè la loro credibilità scricchiola pesantemente.

Andrea Uccello

Annunci

5 pensieri su “Sviluppo, Pravda e Futuro: la mistificazione della realtà

  1. SOLO CHI NON CORREGGE I PROPRI ERRORI E’ MALVAGIO E IN MALA FEDE,
    C’E’ STATO UN MIO ERRORE NEL RIPORTARE L’ESITO DELLA VOTAZIONE DEL CONSIGLIO SU QUESTO ARGOMENTO, ERRORE CHE HO CORRETTO CON UN NUOVO COMUNICATO, NESSUNA MISTIFICAZIONE O ALTRO ANCHE PERCHE’ PER STORIA E CULTURA NON MI APPARTENGONO
    (quando ci saranno le riprese integrali del Consiglio uno avrà uno strumento in più per “rivedere” o “risentire” gli interventi visto che ad oggi sono vietati anche i registratori, come si è visto anche nella compilazione dei verbali delle sedute precedenti – può capitare e in quattro anni è la prima volta, il problema sarebbe stato non correggere).
    GRAZIE
    GAETANO GUZZARDO
    UFFICIO STAMPA COMUNE DI CANICATTINI BAGNI

    • Prendo atto che tu abbia corretto un tuo errore e provvedo ad aggiornare l’articolo riportando il comunicato stampa corretto.
      Solo un’osservazione: nel comunicato stampa errato hai scritto la frase “Totale libertà invece per “Sviluppo e Futuro”, per cui l’autorizzazione passava solo con il voto favorevole della maggioranza” ma sono sicuro che ti sia accorto che ieri sera non ho effettuato nessuna ripresa, riponendo la telecamera nella custodia e seguendo in silenzio tutta la seduta.
      Mentre scrivevi questa frase, figlia di un ricordo poco chiaro di come si sono svolte le cose, non ti è capitato di pensare che fosse strano che io non abbia effettuato nessuna ripresa?
      Inoltre, ho passato tutta la giornata a controllare il sito del Comune e del comunicato stampa errato non ho trovato traccia, mentre adesso il comunicato corretto è miracolosamente spuntato, con la correzione ben evidenziata dal neretto. Sarà stato solo un caso, però mi sembra una coincidenza particolare, anzi particolarmente sfortunata.
      Comunque, consideriamo il tutto un errore in buona fede ed andiamo avanti.
      Andrea

  2. Ale per carità costruisci quello che vuoi se ti fa piacere, ma in genere non metto mai subito gli articoli sul sito e sul giornale, lo faccio sempre nel pomeriggio, soprattutto sul tardi, dopo che ho finito di scrivere le cose che ho da scrivere per le brochure, le riviste, ecc. ecc. quindi per me nessun “caso”. Nel riportare tre pagine di resoconto di una seduta consiliare, animata, e con le tante cose che nel frattempo uno scrive, il caldo, insomma, la buona fede, può capitare di capire al contrario una votazione. E poi in genere sto seduto tra i banchi a scrivere con calma, ieri sera, chi sa perchè, se hai fatto caso, ero tra il pubblico, visto che improvvisamente non c’era più posto (… mi sono chiesto se fosse ingrassato il Consiglio ma il numero era sempre lo stesso 15 + segretario + impiegata segreteria) e può capitare che tra un commento e l’altro, in base anche a come si svolgono le votazioni e gli interventi, si capisca tutt’altro. L’importante è sapere tornare sui propri passi e rettificare. Così come, letto il comunicato, bastava subito una telefonata per dirmi che mi ero sbagliato, essendo umano, credo come tutti voi (… o no?). Non solo l’unico nè tantomeno il primo (… non sai le rettifiche e le correzioni che arrivano tutti i giorni nelle redazioni ecc.). E a me è capitato per la prima volta dopo quattro anni di uff. stampa e più di 30 anni di professione …
    A presto
    gaetano guzzardo

    • Hai fatto bene a precisare questioni circa le tue abitudini riguardo gli orari di pubblicazione, non ci avevo fatto caso e ti chiedo scusa per aver insinuato dei sospetti.
      Errore mio, errore tuo, siamo 1-1 e possiamo ricominciare di slancio.
      Per una eventuale prossima volta, prima di pubblicare ti chiederò spiegazioni, questa volta forse sono partito prevenuto per il comportamento (a mio avviso) sorprendente dei consiglieri di maggioranza.
      Un caso saluto
      Andrea

Lascia un commento firmandoti con nome e cognome. I commenti sotto pseudonimo non saranno approvati

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...