Sciame sismico a Canicattini


In questi giorni, la terra intorno a Canicattini è tornata a tremare, facendo ripiombare la popolazione nella paura, come già avvenuto nell’ottobre dell’anno scorso.

In particolare, la scorsa notte è stata registrata la scossa più forte da ottobre ad oggi, pari ad una magnitudo di 3.7, preceduta e seguita da numerose altre di entità minore, per un totale di 30 in meno di 24 ore.

Molti concittadini hanno preferito passare la nottata all’aperto, per timore di eventi tellurici di maggiore entità, anche se finora non vi sono tracce di danni a persone o cose.

Allo stato attuale non è possibile prevedere i terremoti, per cui non è il caso di creare allarmismi. Quel che si può fare, semmai, è prevedere un piano per far fronte ad una eventuale emergenza, ma questo è compito dell’Amministrazione e della Protezione Civile.

Quel che risulta evidente è come l’attività sismica della zona, intesa in un raggio di 20 Km 

Attività sismica registrata nel raggio di 20 Km intorno a Canicattini Bagni dal mese di ottobre 2011 ad oggi.intorno al comune di Canicattini Bagni, abbia avuto un picco nell’ottobre dell’anno scorso, seguito da un periodo di relativa blanda attività ed una ripresa della stessa a partire dagli ultimi giorni, come è possibile vedere nel grafico (fonte: http://iside.rm.ingv.it).

Inoltre, analizzando gli epicentri delle scosse registrate, emerge che le principali zone attive

Epicentri degli eventi sismici registrati nel raggio di 20 Km da Canicattini Bagni a partire da ottobre 2011

sono quelle intorno a Cava Grande del Cassibile e, cosa a mio avviso piuttosto preoccupante, quelle intorno al petrolchimico fra Siracusa ed Augusta.

Vista la situazione, sarebbe il caso che un piano di emergenza fosse redatto non solo dall’Amministrazione Comunale di Canicattini Bagni ma che la cosa avvenga a livello provinciale, coinvolgendo tutti i comuni interessati, la Provincia di Siracusa e la stessa Regione Sicilia.

L’allarmismo, in casi come questi, più che di aiuto può essere di intralcio. Ma, vista la situazione attuale, tenere alto il livello di guardia può salvare delle vite.

Sempre nella speranza che si stiano vivendo attimi di paura per nulla.

Andrea Uccello


Annunci

Lascia un commento firmandoti con nome e cognome. I commenti sotto pseudonimo non saranno approvati

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...