I prossimi cinque anni, ed i rischi infiniti


Partiamo dai precedenti cinque anni.

Sono rimasto assolutamente deluso dalla gestione della cosa pubblica da parte del Sindaco, non tanto in relazione all’attività amministrativa in senso stretto, ma proprio nella gestione della cosa pubblica. Mi aspettavo parecchio di più sotto l’aspetto del coinvolgimento della città, che in questi cinque anni è stata relegata assolutamente ai margini, o in alternativa si è spostata dalla parte del Sindaco. In nessuna occasione il Sindaco ha tentato di coinvolgere la città nelle sue scelte, solo dopo aver deciso, ha chiesto l’appoggio della città.

Cinque anni fa, un paio di giorni dopo l’elezione scrissi, allora sulle pagine di iblon: “  l’errore più grande che può fare Paolo Amenta è quello di consentire alla sua maggioranza di concretizzare l’azione amministrativa ” nel faccio tutto mi ”  io sono il più bravo gli altri hanno perso e quindi tutti a casa “. Molti anzichè andare a casa hanno aderito al “ faccio tutto mi “.

Per i prossimi cinque anni, non mi aspetto nulla di nuovo dal Sindaco, pensò che continuerà a lasciare fuori dal suo progetto la città, i canicattinesi, perché nel suo progetto la città ha proprio un ruolo secondario.

Invece penso che qualcosa di nuovo possa arrivare dall’apposizione. Ma anche l’opposizione può fare un grandissimo errore, uguale a quello del Sindaco “ faccio tutto mi “ anche qui con un capo che detta la linea, i contenuti, le modalità non dell’opposizione ma dell’ostruzionismo ad oltranza fine a se stessa, che è cosa ben diversa.

Spero che nei prossimi cinque anni la città possa esprimere qualcosa di nuovo, in assoluta autonomia sia dal Sindaco, sia dall’opposizione, ed essere una reale opposizione sia al Sindaco, che all’opposizione. La città, nel suo complesso e nella sua complessità, non può e non deve schierarsi nè contro il Sindaco, né a favore dell’opposizione. Una città matura, come quella a cui dobbiamo tendere, deve esprimere una grande capacità, quella di svincolarsi dalle posizioni individuali e tendere a ragionare, a pensare nell’ottica dell’interesse generale. Credo necessaria la nascita di un contenitore sociale capace di difendere ognuno di noi nell’espressione delle proprie idee, anche quelle che ledono le “ maestà “ consolidate nel nostro territorio ( tuttavia, anche su questo livello i rischi sono infiniti ).

Chiaramente per società si intende la globalità dei cittadini, ma è chiaro che un sessantenne e finanche un trentenne, non ha più autonomamente la capacità mentale, per un infinità di ragioni, di uscire fuori dalla logica del contro, contro chi “ fa tutto mi “, deve e può essere soltanto il giovane, il ventenne ( e perché no il quindicenne ) ancora non compiutamente inserito in questo contesto a trainare il resto della società. Spesso il ventenne di oggi come quello di ieri, e dell’altro ieri, preferisce la via più facile, cioè nascondersi nella logica del contro.

Penso anche che i tempi sono maturi per una rivoluzione culturale nel nostro paese, non ultimo per l’alto livello di istruzione quasi generalizzato tra i giovani canicattinesi, che comunque devono essere consapevoli che la via più facile, meno faticosa e con maggiori prospettive individuali, è quella di iscriversi nel partito del Sindaco o in quello dell’opposizione.

Molti anni fa si è tentato di fare questo, ma per un infinità di ragioni, quel progetto è fallito, fallito totalmente, perché come testè sostenuto, su questo livello i rischi sono infiniti, poiché servendosi della “ rivoluzione culturale “ si rientra o si entra nella logica del “faccio tutto mi”.

Paolo Giardina

Annunci

Lascia un commento firmandoti con nome e cognome. I commenti sotto pseudonimo non saranno approvati

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...